Focus

Cerca Azienda

Ricerca Avanzata

Cerca Prodotto

Ricerca Avanzata
News

03/04/2020   Un saluto a Peppino Taormina, fondatore di Eurogross

Questa notte è venuto a mancare  Peppino Taormina, fondatore dell’azienda di famiglia Eurogross con sede in Sicilia, in provincia di Palermo. iFerr Magazine si unisce al saluto della famiglia.

03/04/2020   Sei aperto o chiuso? Scrivici!

Gentile Punto Vendita, in queste settimane di emergenza Covid-19 la nostra rivista iFerr Magazine è al lavoro per garantire sempre una comunicazione puntuale, chiara e affidabile di tutto ciò che succede nel nostro comparto. Per esempio sui nostri portali abbiamo pubblicato i nomi dei grossisti di ferramenta aperti in questo periodo e quelli delle aziende nel mondo del colore che non hanno chiuso i battenti.  

Adesso ci piacerebbe poter aggiornare la situazione dei Punti Vendita, ma abbiamo bisogno del tuo aiuto. Comunicaci se il tuo negozio è aperto o chiuso, inviando una mail a segreteria@iferr.com oppure un messaggio su WhatsApp al numero 342 5596512, specificando anche il nome completo della ragione sociale e l’indirizzo. Si tratta di un servizio utile non solo alla filiera (produttori e grossisti), ma all'intera comunità. Grazie mille!

iFerr Magazine è lo strumento con il quale lasciare un segno e continuare a tenere vivo il nostro mercato. Noi ci siamo e ci saremo! Insieme possiamo farcela e ripartire ancora più forti!

La redazione di iFerr Magazine

03/04/2020   Aggiornamento grossisti: ripresa il 6 aprile anche per Raffaele e De Santis

Dopo la Fratelli Vitale, anche i distributori Raffaele e De Santis sono pronti a riprendere la propria attività lunedì 6 aprile. Parola d'ordine: riapertura graduale e ottemperanza delle norme igieniche-sanitarie dovute all'emergenza coronavirus a tutela dei dipendenti.

Seguici per ulteriori aggiornamenti.

02/04/2020   Ripresa attivitą grossisti: anche la Fratelli Vitale riapre il 6 aprile

La Fratelli Vitale si unisce agli altri grossisti del centro sud di cui abbiamo dato notizia questa mattina e decide di riprendere l'attività lunedì 6 aprile con lo stesso inderogabile protocollo di sicurezza a tutela dei suoi dipendenti.

02/04/2020   I Grossisti pronti a ripartire

A.Capaldo S.p.A, Dfl, Fraschetti, VBS, Giovanni Ferrari, che insieme hanno deciso di fermarsi dal 18 marzo, dopo quasi 20 giorni sono pronti a riaprire la propria attività. Sarà una ripresa non a pieno regime, ma soprattutto assolutamente rigida nel rispetto delle norme igienico-sanitarie messe in atto per combattere il coronavirus. Dunque saranno rispettati tutti i protocolli di sicurezza che prevedono la distanza fisica di almeno un metro, gli ingressi regolamentati previa misurazione della temperatura, la dotazione di mascherine e un accesso minore di dipendenti suddivisi in orari prestabiliti.

Misure atte a tutelare i dipendenti e necessarie per un’iniziale ripresa del mondo della distribuzione, fondamentale per far funzionare il settore della ferramenta. Nella speranza che presto si possa tornare a lavorare a pieno regime.

Stay tuned, nel pomeriggio ulteriori aggiornamenti.

02/04/2020   #lamiaferramentanonsiferma: intervista alla Ferramenta Ferrario di Appiano Gentile (CO)

La Ferramenta Ferrario, attiva dal 1963 ad Appiano Gentile (CO), ha “adottato” il nostro #lamiaferramentanonsiferma anche sul suo sito internet. Abbiamo intervistato la proprietaria Veronica Ferrario.

Noi non ci fermiamo perché in questi giorni in cui molti hanno chiuso, mi rendo conto di quanto le ferramenta servono a tutti. Dal tubo del gas o dell'acqua alla vecchietta a cui si rompe la serratura. Spesso si tratta di emergenze o di prodotti per il fai a te. Noi quindi andiamo avanti, semplicemente facciamo un orario ridotto (fino alle 18). C'è una grande ricerca di mascherine. Ora le abbiamo terminate ma all'inizio le abbiamo date anche alle farmacie. Ci auguriamo che possano essere di nuovo disponibili per i nostri sanitari. Noi vendiamo oggi tantissimi guanti di ogni tipo, anche per le aziende. Stiamo adottando le principali misure igieniche e di sicurezza. Abbiamo realizzato diversi cartelli per dire alla clientela di entrare distanziati. Non è più consentito girare nei corridoi. Siamo noi a recuperare i prodotti che servono. I nostri banchi, le porte, i corrimano, la tastiera del bancomat sono continuamente disinfettati. Possiamo tutti fare qualcosa per fermare o diminuire la trasmissione di questo virus. Non con la paura, non con il terrorismo psicologico, ma con il buon senso”.

01/04/2020   #CAPALDOpagaifornitori

L'azienda A.Capaldo comunica ufficialmente la volontà di mantenere i propri impegni in un momento difficile ma in cui è indispensabile che ognuno faccia il proprio dovere.

Di seguito il comunicato ufficiale.

"Gentili Fornitori, in questo momento così difficile per le  nostre comunità, per il nostro Paese e per le nostre aziende, riteniamo indispensabile che ognuno faccia il proprio dovere.

Pertanto, in coerenza con il galateo comportamentale che ci contraddistingue da generazioni, abbiamo onorato ed onoreremo tutti gli impegni nei confronti dei nostri Fornitori; uno sforzo non indifferente, che facciamo per aiutare tante aziende a resistere e a ripartire con più vigore quando tutto sarà finito.

Cordiali saluti

ANTONIO CAPALDO SPA"

31/03/2020   Misure speciali per la filiera della stampa: credito d'imposta al 30% per tutto il 2020

Le misure speciali per affrontare le difficoltà economiche legate al Coronavirus riguardano anche la filiera della stampa. Il 17 marzo 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 riguardo le Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori ed imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’articolo 98 è dedicato alle "Misure straordinarie urgenti a sostegno della filiera della stampa" e ha introdotto le seguenti novità: limitatamente all’anno 2020, il credito d’imposta è concesso nella misura unica del 30 per cento del valore degli investimenti effettuati nel 2020; la comunicazione telematica preventiva degli investimenti effettuati e da effettuare nel 2020, è presentata nel periodo compreso tra il 1 ed il 30 settembre 2020 (restano comunque valide le comunicazioni già presentate o da presentare nel periodo tra il 1 ed il 31 marzo 2020). Ricordiamo però che il Decreto Legge dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni dall’entrata in vigore (17 marzo 2020), per cui non è da escludere che la norma di cui vi abbiamo parlato possa subire delle modificazioni in sede di conversione in legge. 

31/03/2020   Machieraldo in prima linea per un'etica dei pagamenti

E' un momento critico non solo dal punto di vista dell'emergenza sanitaria ma anche da quello economico. Il governo sta mettendo in atto una serie di provvedimenti che possano facilitare privati ed aziende. In questo contesto la ditta Machieraldo ha deciso di prendere una posizione finalizzata a far si che la filiera della ferramenta possa in questo momento procedere rispettando le scadenze. E' indispensabile, secondo l'azienda, mantenere fede agli impegni assunti al fine di salvaguardare la filiera dei pagamenti. Per questo la Machieraldo ha intenzione di adottare un comportamento etico pagando i fornitori alla scadenza per non innescare un effetto a cascata che metterebbe in difficoltà l’intero sistema. Pertanto chiede ai propri clienti di aderire a questa condotta etica rispettando le scadenze pattuite. 

 

 

30/03/2020   Arriva la proroga per sospensione attivitą anche da Machieraldo

L'attuale situazione sanitaria che permane a livelli di emergenza e le limitazioni del nuovo decreto del 22 marzo 2020 impone un ulteriore stop anche all'azienda Machieraldo che come tanti altri grossisti italiani decide di prorogare la sospensione dell'attività fino a venerdì 3 aprile 2020. Continueranno ad essere parzialmente operativi i seguenti uffici: segreteria vendite, contabilità clienti e contabilità fornitori.

Focus > Hi-Tech

Quando si indossa il futuro

22/03/2019

Si chiama tecnologia indossabile ed è l’insieme di progetti all’avanguardia che applicano le ultime innovazioni all’abbigliamento, conferendogli caratteristiche e, soprattutto, funzioni nuove che vanno ben oltre il semplice vestire. Spesso i capi vengono realizzati con i cosiddetti “smart textiles”, quei tessuti cioè che integrano sistemi elettrici, sensori, fibre ottiche o led in grado di captare e reagire a impulsi e condizioni ambientali esterne. Dalle maglietteche captano i suoni ai pantaloni dotati di sensori, ai calzini smart, ecco come cambia la moda.

Scarpe smart per corridori tecnologici
Under Armour, innovativa azienda
americana, ha da poco presentato Hovr
Phantom e Hovr Sonic, due nuove scarpe
da running “smart” con sensori integrati
nella suola. Accelerometro e giroscopio
si collegano al modulo Bluetooth per
trasmettere tutte le informazioni relative
alla sessione di allenamento; la batteria,
dice la società, garantisce un’autonomia
tale da coprire tutti i chilometri di corsa
per cui è certificato il resto della scarpa.
Hovr Sonic costa 120 euro e Hovr
Phantom 140 euro.

Pannelli solari… sulla schiena!
Cellulare scarico? Se indossi la Solar Powered Jacket di Tommy Hilfiger non è un problema. Nella parte posteriore della giacca sono stati installati, infatti, dei pannelli solari flessibili (dai 7 ai 10), capaci di raccogliere la luce e di trasformarla in energia e di ricaricare i dispositivi elettronici con un’uscita Usb. I modelli Solar Powered Jacket portano la firma del produttore di pannelli Pvilion e sono caratterizzate da un design tipicamente scozzese. In questo momento la giacca non è disponibile alla vendita.

La giacca che si illumina
È un progetto sperimentale firmato
dall’azienda italiana Nemen, che si
occupa di sviluppo e ricerca sui tessuti
e sulle funzionalità di capi sportswear.
Si chiama L.E.D. Racket ed è una giacca
realizzata con fibre ottiche intrecciate con
il tessuto di nylon, poliuretano e acciaio.
Il tutto è integrato con un sistema di 12
led, alimentati da 2 batterie ricaricabili al
litio, che rende il capo di abbigliamento
interamente luminoso di notte. All’interno
uno speciale rivestimento in alluminio
protegge dal freddo e dal vento, isolando
il calore del corpo per mantenerlo
all’interno. Vista la complessità della
lavorazione, la Nemen L.E.D. jacket è
prodotta e realizzata solo su specifica
richiesta del cliente a un prezzo non
inferiore a 2500 euro.


Torna indietro

Condividi: facebook Invia per E-mail stampa PiĆ¹
Share on Google+ Share on LinkedIn
Aziende in evidenza
Prodotti in evidenza
Sondaggio
Fiere & Eventi
In edicola
iFerr Magazine
IFERR © 2014 Partita IVA: 12022601004 Powered by Intempra Intempra